AMART: amare l’arte

Baroni collezionista a MIA Fair
22 Marzo 2019

Al Palazzo della Permanente di Milano dall’8 al 12 maggio si è svolta la seconda edizione di AMART – Antiquari Milanesi, per la quale il professor Sergio Baroni ha fatto parte della Commissione Esperti. Gli espositori quest’anno sono stati 66, italiani ed europei, con una selezione di opere che coprono un vasto arco temporale, dall’archeologia al contemporaneo, per tipologie molto diverse fra loro. Molti i dipinti, ma anche le sculture, le ceramiche, l’oggettistica, gli strumenti scientifici, i tappeti ecc., tutto di altissimo livello.

AMART è l’unica mostra italiana organizzata direttamente dagli antiquari, con l’obiettivo di riportare l’attenzione del pubblico alla bellezza e al valore culturale dell’arte antiquaria. Sembra che lo abbia centrato, a giudicare dall’interesse riscosso. Che l’antico stia tornando ad affascinare? Sembra proprio di sì, ma con una connotazione diversa rispetto al passato. Oggi, epoca in cui impera il design contemporaneo, il connubio con l’antico attrae per la possibilità di personalizzare case, dimore e locali di destinazioni diverse, con citazioni d’arte che danno corpo ai vissuti personali, storici, sociali e culturali.

Una mostra come AMART è quindi a nostro avviso la benvenuta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *