I due volti di Dioniso: la doppia valenza dell’energia psichica nell’arte

Cuore e Vanitas: la mostra degli ossimori apparenti
8 Febbraio 2017
I video della conferenza “i due volti di Dioniso”
12 Aprile 2017
Show all

I due volti di Dioniso: la doppia valenza dell’energia psichica nell’arte

Si inaugura mercoledì 1 marzo il programma di conferenze di Galleria Baroni legate al tema della mostra “Cuore e Vanitas“, inaugurata il 21 febbraio scorso. Alle 21, Nicola Vitale, poeta, saggista, pittore tratterà il tema de “I due volti di Dioniso”.

Le icone di Eros (il cuore) e Thanatos (il teschio-vanitas) esposte in mostra rappresentano i simboli ispiratori di una serata per conoscere e riconoscere l’ìorientamento costruttivo e distruttivo dell’energia psichica proiettata nell’opera d’arte.

Così lo stesso Vitale introduce il tema del suo intervento di mercoledì sera: “Nella prima estetica nietzscheana, le categorie di apollineo e dionisiaco tracciano con forza l’archetipo dell’arte, sottolineando come la rappresentazione (apollineo) sia sempre condizionata dalla pulsione totalizzante del dionisiaco, in fasi armonizzanti trascendenti, alternate a tratti di lacerazione. Sono le due facce del dionisiaco, che se da una parte è “Dominatore mite e dolce”, dall’altra è “Demone selvaggio e crudele. Amore e morte sembrano dunque le caratteristiche del dionisiaco, come pulsione di affermazione della vita o come annientamento, caratteristiche della poesia, tra il lirico e il tragico, in cui le determinazioni particolari si rimettono alla totalità, o con una armonizzazione musicale, che ne stempera l’individualità, o col loro annientamento.”

Nicola Vitale è poeta, pittore e saggista. Dal 1987 espone i suoi dipinti in mostre personali e collettive, in gallerie private e in spazi pubblici, in Italia e all’estero (soprattutto New York e Scandinavia). Presente alla 54a edizione della Biennale di Venezia (Padiglione Italia). Sulla sua opera figurativa hanno scritto, fra gli altri, Rossana Bossaglia, Maurizio Cucchi e Pierre RestanyRaccolte di poesia: La città interna, Primo quaderno Italiano, Poesia contemporanea, 1991; Progresso nelle nostre voci, 1998; La forma innocente, 2001; Condominio delle sorprese, 2008 (Premio Rhegium Julii, Premio Laurentum). È presente nell’antologia Poeti italiani del secondo Novecento, a cura di M. Cucchi e S. Giovanardi, 1996-2004. Narrativa: Il dodicesimo mese, 2016. Saggi: Figura Solare. Un rinnovamento radicale dell’arte, inizio di un’epoca dell’essere, 2011; Arte come rimedio. L’armonizzazione delle facoltà umane nei processi espressivi, 2013.